In tempi di crisi economica si rimandano gli investimenti più rilevanti, spesso i più importanti per sé e per la propria famiglia: come, ad esempio, la casa.

Se i costi del mercato tradizionale diventano troppo onerosi, esistono modalità alternative che possono offrire condizioni anche più vantaggiose, con abbattimenti del prezzo del 25%-50% e oltre, garantendo comunque tutte le tutele necessarie.

Si può ricorrere ad esempio alle aste immobiliari, argomento del quale siamo degli Specialisti non solo a parole, ma avendo sostenuto esami specifici ed iscrizioni ad albi per questa particolare e specifica forma d’acquisto.

Le aste immobiliari possono essere di due tipi: giudiziarie e di dismissione del patrimonio pubblico.

L’asta immobiliare giudiziaria, nel processo esecutivo o fallimentare, è una particolare forma d’asta che realizza la vendita forzata di uno o più beni immobili di proprietà della persona fisica o giuridica, detta esecutato, che subisce l’espropriazione del bene a causa di debiti insolutí; si tiene presso il tribunale o gli studi di professionisti delegati dal giudice delle esecuzioni.

Chi partecipa e perché?

Qualsiasi persona fisica o giuridica (società o enti), ad eccezione del debitore, può partecipare all’asta immobiliare mediante l’offerta di una somma di denaro per aggiudicarsi la proprietà dell’immobile messo all’asta.

Partecipa all’asta giudiziaria colui che intende realizzare un acquisto sicuro sia per proprio uso personale, come ad esempio la prima casa con tutte le relative facilitazioni ed agevolazioni, sia come investimento, che può essere di tipo speculativo, se si intende rivendere subito l’immobile a prezzo di mercato, o di tipo puro: in cui l’immobile viene messo a reddito (affittato) e si guadagna sia dalla rivalutazione dell’immobile stesso che dall’affitto che viene riscosso mensilmente e può diventare un secondo reddito (o addirittura quello principale per chi lo fa con determinate accortezze, che possiamo insegnarvi).

L’acquisto di questi immobili può essere fatto con un mutuo molto simile a quello classico, con la differenza principale che solo alcune Banche convenzionate lo concedono.

In realta, anche se sembra tutto semplice, non lo è affatto: un banale errore di calcolo potrebbe escludervi dall’asta già all’inizio, così come un banale errore di altro tipo potrebbe letteralmente mandare in fumo tutti i Vostri risparmi, senza contare i casi peggiori in cui si può rischiare l’incriminazione per turbativa d’asta ed un risarcimento danni tuttaltro che trascurabile, dell’ordine di migliaia o decine di migliaia di euro. Inoltre, durante le fasi concitate dell’asta, una persona non esperta potrebbe farsi prendere dalla foga offrendo più di quanto possa permettersi, o bloccarsi letteralmente, facendo sfumare così l’affare.

Inoltre, al di là del prezzo: ci sono affari ed affari; alcuni decisamente convenienti e vantaggiosi, altri decisamente meno.

Ma a TUTTO questo pensiamo Noi: il Nostro lavoro consiste nel rendere la cosa, per Voi, una vera e propria passeggiata. Un elenco di ciò che facciamo lo trovate nella pagina “Consigli utili”, ma, per semplificare le cose: Voi non dovete far altro che scegliere la casa che preferite tra le migliaia che abbiamo a disposizione, ed al resto pensiamo Noi (compreso il consigliarvi se la casa che avete scelto fa al caso delle Vostre esigenze al di là della semplice impressione).

Telefonateci o scriveteci pure senza impegno, e vedremo come rendere il Sogno della Vostra Vita una splendida REALTA’! Una sola raccomandazione: se avete già visto un immobile che vi può interessare (nella sezione immobili all’asta c’è solo un estratto esemplificativo) contattateci subito per due motivi: il primo è, appunto, valutare assieme se è esattamente ciò che cercate, ed il secondo motivo è che Noi gli immobili li trattiamo in ESCLUSIVA con UN SOLO CLIENTE, cioè se qualcuno arriva prima di Voi: dovrete cercare un’altro immobile.

Ciò che faremo per te ed assieme a te per realizzare il Tuo sogno ed evitare che possa trasformarsi in un incubo.
Tutte queste cose sono il pane quotidiano di ogni bravo e serio consulente specializzato in aste, e possiamo sia farle assieme a te, se hai piacere di imparare qualcosa di nuovo, sia svolgere le più tediose al posto tuo e lasciarti solo l’onere di scegliere l’immobile e stabilire il tuo budget.
Inoltre, se vuoi, siamo anche abilitati a partecipare all’asta in tua vece (utile soprattutto se temi che la concitazione e l’emozione del momento possano farti sfuggire la situazione di mano)
Per prima cosa valutare la convenienza dell’ operazione:

Innanzitutto sfatiamo un mito: non è necessario disporre dell’intero capitale perchè ci sono Banche convenzionate che erogano mutui proprio per l’acquisto all’asta, ed anche con le agevolazioni nel caso di prima casa. I criteri da utilizzare per valutare gli immobili all’ asta (il prezzo non è l’unica cosa da valutare) Valutare, tenendo conto del budget, quali sono le opzioni disponibili più interessanti. Il prezzo base d’asta come indicativo non necessariamente corrispondente al valore di mercato del bene, anzi, non lo è quasi mai. Il budget massimo in funzione del valore di mercato del bene, delle esigenze e del momento, dipendono anche dalle tue concrete possibilità e necessità. La perizia come mezzo di informazione per la determinazione del valore di mercato è utile, ma bisogna saperla leggere ed interpretare. La visione del bene: i fattori a cui prestare attenzione durante la visita quando possibile (non tutti gli immobili sono visitabili, il chè non necessariamente è un male, ma ne parleremo di persona. I sopralluoghi sull’immobile individuato; anche quando non è visitabile all’interno.

Analizzare correttamente il bene in vendita

L’identificazione catastale del bene pignorato. La conformità urbanistico-edilizia del bene, non sono rari dei piccoli abusi edilizi. Nel caso di abusi: valutare la decorrenza del termine per la presentazione della domanda in sanatoria e limite di sanabilità dell’abuso da parte dell’aggiudicatario.

La partecipazione all’ asta immobiliare:

Puoi partecipare direttamente di persona (in questo caso appronteremo solo la documentazione) Possiamo accompagnarti e farti da “Angeli custodi”: sarai tu a fare le offerte ma Noi saremo sempre lì per consigliarti. Potremo partecipare in tua vece: in questo caso non dovrai far altro che attendere la Nostra telefonata a fine asta per sapere nei dettagli com’è andata. Ti spiegheremo come gestire la cauzione (che non và versata a Noi anche nel caso partecipassimo in tua vece) Cosa fare quando arriva il decreto di trasferimento del Tribunale (che sostituisce il classico Rogito Notarile e dà alcune garanzie in più)

Individuare i rischi delle aste immobiliari:

Verificare se l’immobile è occupato dal debitore o da terzi, contratto di locazione anteriore al pignoramento con data certa o in assenza di data certa. Cosa fare in caso di contratto di locazione con data successiva al pignoramento. Come valutare l’operazione nel caso vi siano diritti di usufrutto e servitù sul bene.

Dopo l’ aggiudicazione: le spese e le agevolazioni:

Cancellazione delle trascrizioni dei pignoramenti e delle iscrizioni ipotecarie. Le spese di registrazione e trascrizione del decreto. L’eventuale tassazione IVA nel caso di acquisto come azienda. Spese di cancellazione delle formalità gravanti sul bene. Agevolazioni fiscali prima casa. Cosa succede nel caso di vendita dell’immobile acquistato all’asta entro 5 anni dall’acquisto anche se non si è una società immobiliare.

Contattaci allo 0492613777 o 3922068258

Oppure scrivici la tua richiesta a immobilidasogno@gmail.com

Ultimissimi

Scrivici al volo